Una "carciofa" per la vita

Ho appena saputo da amici che una coppia di vecchia data si è lasciata da pochi mesi, lasciando in bocca a tutti, come sempre spesso accade, un senso di amarezza mista a incredulità. Infatti, non sempre ti aspetti una separazione in una coppia che fino a l'altro ieri sembrava andare d'amore e d'accordo, mentre puoi immaginartela tra persone che senti palesemente litigare. Con l'età comincio a diffidare delle coppie che, sia tra amici, sia in pubblico, non fanno intravedere nulla di spigoloso nel loro rapporto. In generale non mi fido. 

 

Stavo camminando verso l'orto e ripensando alla sopracitata notizia, ho principiato a pensare alla mia bella carciofaia. I carciofi sono piante generose, crescono anche nell'incuria, senza acqua o con tanta acqua, con il sole o con la neve, i carciofi sono quasi perfetti, se non fosse che ti allappano la bocca con il vino rosso. Personalmente amo i carciofi ed i carducci in egual misura e sono affascinato dalla quantità che una pianta può sviluppare senza che io faccia alcun ché. Crescono e maturano anche senza la mia rinomata meticolosità.

 

Per molte persone la moglie, con il tempo, acquisisce le caratteristiche della fragola nostrana, un frutto difficilissimo da coltivare per diversi motivi, che ovviamente non conosco direttamente e che non starò qui ad elencare. La moglie diventa difficile e malgrado le cure, la fitosanitaria e le serre dove accudirla nell'inverno, il rapporto, come la fragola, non cresce come dovrebbe.

Con il carciofo ci arrabbiamo perché è pieno di spine ed ogni tanto quando lo teniamo in mano, ci buca, ma sono piccole ferite superficiali. Non lo si capisce quando ci allappa la gola, ma brevemente il problema lo si supera, abituandosi. Il sapore del carciofo è alla buona, non è elegante come una fragola che, malgrado un colore invitante, può riservarti amare sorprese. La fragola è allergica. Al contrario il carciofo vuole il sale per esplodere in bocca e vuole la pancetta per farsi amare definitivamente. 

Ovviamente anch'io ho assaggiato le fragole con lo champagne, in maturità ho capito di preferire i carciofi. Sono migliori. Detto tra di noi, costano molto meno e c'è più resa. 

 

Concludo questa parodia, confidando all'etere due cose: sperare di rimanere sempre "pancetta" per la mia bella "carciofa" e, che lei medesima, rimanga ancora a lungo attratta dalla mia "pancetta", in ineluttabile sviluppo orizzontale.